Cotone biologico, riciclato o sostenibile. Tutti, alla portata di tutti - Primark Cares

Cotone biologico, riciclato o sostenibile. Tutti, alla portata di tutti

Anche tu come noi ami la sensazione del cotone sulla pelle? I capi in cotone sono morbidi, traspiranti e versatili. Ce ne sono tanti tipi tra cui scegliere. È uno dei motivi per cui è la fibra di origine naturale che i nostri fornitori utilizzano più spesso per creare i nostri capi. In più della metà degli abiti che puoi acquistare da Primark è presente il cotone: dalle T-shirt ai jeans, dagli asciugamani alle tutine da neonato.

Cotone: Meglio per il nostro pianeta, meglio per te

Noi tutti desideriamo vivere in un mondo che sia sostenibile, per questo motivo vogliamo trasformare la nostra azienda, per renderla migliore e per fare meglio. I materiali con cui produciamo i nostri capi hanno un ruolo fondamentale in questo ambito e uno dei nostri obiettivi principali riguarda proprio il cotone. Infatti, il nostro intento è quello di utilizzare fibre di cotone che vengano coltivate e lavorate con metodi che abbiano un minore impatto sull'ambiente. Ma il problema è proprio questo: il cotone di questo tipo scarseggia. Perciò vogliamo aiutare i contadini che coltivano il cotone a usare metodi agricoli più sostenibili. Questo va sicuramente a vantaggio del nostro pianeta, ma è anche in grado di migliorare la produzione e di conseguenza la loro sussistenza.

Ci assicureremo che entro il 2027 le fibre di cotone di tutti i nostri capi siano biologiche, riciclate o provenienti dal nostro programma per il cotone sostenibile Primark (Primark Sustainable Cotton Programme - PSCP).

Il nostro programma per il cotone sostenibile Primark

Stiamo costruendo su fondamenta solide. È dal 2013 che lavoriamo al fianco di CottonConnect e dei nostri partner sul campo in India, e più recentemente anche in Pakistan e Bangladesh, per formare gli agricoltori a coltivare il cotone in maniera più sostenibile.

Il programma per il cotone sostenibile Primark è il più grande del suo genere all'interno di qualsiasi altra catena di abbigliamento al mondo. È solo uno dei programmi che organizziamo a supporto della vita delle persone che realizzano i nostri prodotti. I risultati sono stati molto più incoraggianti di quanto avessimo sperato. Il PSCP ha aiutato i contadini a ridurre l'uso di acqua, pesticidi chimici e fertilizzanti. Inoltre, siamo già riusciti ad ampliare il programma. Al momento, il 14% dei capi Primark in cotone è realizzato in cotone PSCP. Sappiamo però che possiamo fare ancora di più.

Grazie al PSCP, entro il 2022 vogliamo offrire corsi di formazione sulle pratiche di coltivazione sostenibili a oltre 160.000 agricoltori. Tramite CottonConnect abbiamo organizzato un progetto pilota per insegnare, ad alcuni dei coltivatori già coinvolti nel nostro programma per il cotone sostenibile, pratiche agricole maggiormente rigenerative, che migliorino la biodiversità delle fattorie, cercando al contempo di utilizzare le risorse idriche in maniera più efficiente. Il nostro obiettivo è quello di fare in modo che entro il 2030 tutti gli agricoltori nell'ambito del PSCP abbiano ricevuto la formazione relativa alle pratiche di agricoltura rigenerativa.

Ma non ci siamo fermati qui, perché siamo riusciti ad assicurarci che quando affermiamo che un capo è realizzato in cotone sostenibile, coltivato dagli agricoltori del PSCP, lo è veramente. È per questo che collaboriamo con un'azienda chiamata Oritain, che utilizza gli strumenti della medicina legale per verificare la provenienza del cotone, collaborando a questo scopo con team dedicati, direttamente in loco. Siamo stati tra i primi rivenditori al dettaglio ad aver avviato una partnership con Oritain e ad aver impiegato questa tecnologia su larga scala.

Cotone riciclato

Nell'ambito del nostro impegno nel campo del cotone c'è anche una seconda componente: auspichiamo un uso maggiore del cotone riciclato. Siamo solo all'inizio di questo processo, ma siamo entusiasti delle diverse possibilità. Stiamo lavorando con un'azienda spagnola, Recover™, che produce fibre di cotone riciclato per i nostri fornitori. Recover™ realizza cotone riciclato a partire dai cascami della produzione: il tessuto derivante dagli scarti di lavorazione viene tritato meccanicamente e poi trasformato in nuove fibre, utilizzate per ottenere filati sostenibili, alcuni dei quali diventano capi Primark!

Il procedimento di riciclo fa parte di quello che viene chiamato sistema "circolare", pensato per eliminare gli sprechi. Tuttavia, queste fibre riciclate hanno la tendenza a essere più corte, il che significa che possono essere meno resistenti. Per questo motivo, il cotone riciclato viene sempre associato a una componente di filato vergine o ad altri materiali, al fine di mantenere l'alto livello di qualità dei nostri prodotti.

Il cotone biologico e il nostro futuro

La terza componente del nostro impegno riguarda il cotone biologico. Il cotone PSCP è coltivato utilizzando meno fertilizzanti e pesticidi chimici, tuttavia proviene spesso da semi geneticamente modificati. Al contrario, per la coltivazione del cotone biologico non vengono utilizzati né fertilizzanti, né pesticidi chimici; inoltre, i semi non sono OGM. Al momento, il cotone biologico costituisce solo l'1% circa di tutto il cotone prodotto a livello mondiale. Per questo motivo, l'approvvigionamento risulta molto difficoltoso per Primark. Pertanto, per rendere accessibili gli abiti che i nostri clienti desiderano, dobbiamo utilizzare anche altri tipi di cotone.
È proprio grazie a grandi cambiamenti come questi che ci impegniamo a produrre il 100% dei nostri capi da fibre riciclate o da materiali provenienti da fonti sostenibili. Ci riusciremo grazie alla collaborazione e alla strategia Scale for Good. Questo perché riteniamo che la moda non debba essere pagata a caro prezzo, né dai nostri clienti, né dal nostro pianeta.