Riduzione della metà della nostra impronta di carbonio - Primark Cares

Riduzione della metà della nostra impronta di carbonio

La maggior parte di noi sa come il riscaldamento globale sia nocivo per il pianeta e come l'industria mondiale della moda generi emissioni di gas a effetto serra (GHG), oltre a una grande quantità di rifiuti. Per tutti coloro che hanno a cuore la tutela dell'ambiente, è fondamentale concentrarsi sulla riduzione di tali emissioni e fare tutto il possibile per limitare l'innalzamento delle temperature a livello globale a meno di 1,5 °C oltre i livelli pre-industriali.

Cosa sta facendo Primark.

Programma di riduzione delle emissioni di anidride carbonica di Primark

Prima di tutto, poiché siamo una grande azienda che produce più di 6 milioni di tonnellate di CO2 all'anno, questa è per noi una questione di primaria importanza. Il nostro obiettivo è di dimezzare le emissioni di anidride carbonica entro il 2030. Questo traguardo va ben oltre l'impegno che abbiamo assunto presso l'ente United Nations Fashion Charter for Climate Change (UNFCCC) di una riduzione del 30% delle emissioni. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo analizzare attentamente la catena di distribuzione di Primark, poiché è proprio da qui che deriva circa l'85% delle emissioni.

Aumento dell'efficientamento energetico dei fornitori.

Sebbene la nostra catena di distribuzione sia ampia e complessa, sono le fabbriche che si trovano nei primi cinque paesi coinvolti nell'approvvigionamento a essere responsabili per la maggiore quantità di emissioni di anidride carbonica. Abbiamo già ridotto l'impatto ambientale di tre stabilimenti, con sede in Cina, dei nostri fornitori. Grazie all'impegno profuso nel programma Clean by Design, abbiamo collaborato a stretto contatto con queste fabbriche che producono filati affinché effettuassero interventi di efficientamento energetico e riducessero l'uso di acqua, elettricità e sostanze chimiche.

In Cina, stiamo continuando a lavorare insieme a Clean by Design e ci stiamo ora organizzando per avviare ulteriori progetti pilota, al fine di testare le misure di risparmio energetico in Bangladesh, India e Vietnam. Quando saremo soddisfatti dei risultati, attueremo gli interventi su una scala più ampia. Opereremo al fianco dei nostri fornitori e chiederemo loro di diventare maggiormente efficaci sotto il profilo energetico: questa diventerà una condizione fondamentale per poter collaborare con Primark.

Sostegno nel passaggio alle energie rinnovabili

Offriremo inoltre ai nostri fornitori un aiuto concreto nel periodo in cui effettueranno la transizione dai combustibili fossili alle energie rinnovabili. Quando avremo stabilito quali sono le fonti rinnovabili disponibili in una particolare area, sosterremo i nostri fornitori nell'abbandono graduale dell'utilizzo dei combustibili fossili della zona a favore di energie sostenibili, mediante interventi quali: acquisto dell'energia "off-grid" ove disponibile, sottoscrizione di Accordi per l'acquisto dell'energia elettrica presso fornitori privati di energie rinnovabili oppure installando tecnologie per la produzione di rinnovabili in loco, come pannelli solari sui tetti, laddove possibile.

Vantaggi di un'agricoltura maggiormente rigenerativa.

Stiamo collaborando con CottonConnect e i nostri partner presenti sul posto per insegnare ai contadini tutte le nuove pratiche per un'agricoltura più rigenerativa. Questo perché, oltre a un ovvio vantaggio per l'ambiente, l'uso delle tecniche di rigenerazione contribuirà a un abbattimento delle emissioni di CO2 derivanti dalla coltivazione del cotone.

Gestione energetica di Primark.

Nel 2015 abbiamo istituito un Gruppo per la riduzione dei consumi energetici, allo scopo di identificare le potenziali fonti di risparmio energetico all'interno dei nostri negozi. A oggi, siamo riusciti a ottenere la certificazione ISO 50001 per i punti vendita, gli uffici e i centri di distribuzione in alcuni dei nostri mercati consolidati e ci stiamo impegnando a fondo per fare lo stesso in tutti gli altri.

C'è sempre moltissimo da fare, ma vogliamo riuscire a raggiungere questo obiettivo ESTREMAMENTE IMPORTANTE. Date le nostre dimensioni e l'ampia scala su cui operiamo, sappiamo di poter fare la differenza per contrastare i cambiamenti climatici. Ed è per questo motivo che stiamo lavorando alla riduzione delle nostre emissioni di anidride carbonica e collaborando con altre aziende del settore affinché facciano lo stesso.