Da Agricoltura Sostenibile a Rigenerativa - Primark Cares

Da Sostenibile a Rigenerativa

Sappiamo che la coltivazione del cotone può comportare l'utilizzo di grandi quantità di fertilizzanti chimici, pesticidi e acqua, tranne nel caso in cui si utilizzino pratiche agricole sostenibili.

Cotone più sostenibile

Si tratta di uno dei motivi per cui Primark lavora dal 2013 con il suo partner CottonConnect allo sviluppo del programma per il cotone sostenibile (Primark Sustainable Cotton Programme, PSCP), basato sul codice REEL. Il codice REEL è stato sviluppato da CottonConnect e consiste in un programma agricolo di tre anni che forma i coltivatori in merito alle pratiche di coltivazione sostenibile. Il PSCP è il programma per la sostenibilità più ampio nel settore della moda e si avvale di partner esecutivi locali per lavorare direttamente con i coltivatori di cotone in India, Pakistan e Bangladesh. Li aiutiamo a formarli a coltivare il cotone mediante pratiche più sostenibili, utilizzando meno acqua, fertilizzanti e pesticidi chimici.

Tali pratiche si sono dimostrate vantaggiose. In media, i coltivatori che fanno parte del programma hanno ridotto l'uso di pesticidi chimici del 40%, di fertilizzanti chimici del 25% e di acqua del 10%. Il programma è stato un successo.

Il rendimento medio dei coltivatori è aumentato, così come i loro profitti. Contemporaneamente, è diminuito l'utilizzo di fattori di produzione agricoli come pesticidi, fertilizzanti e acqua.

A oggi, un terzo del cotone impiegato per la produzione dei nostri capi è riciclato, biologico o proveniente dal programma per il cotone sostenibile. Nell'ambito del nostro programma, abbiamo formato quasi 150.000 agricoltori per la coltivazione del cotone mediante pratiche più sostenibili e siamo pronti a raggiungere il nostro obiettivo di 160.000 entro la fine del 2022.

Migliorare la qualità del suolo

Abbiamo bisogno di lavorare meglio e di continuare a migliorare e ripristinare attivamente gli ambienti locali in cui i nostri materiali vengono coltivati.

Quando si tratta della coltivazione del cotone, sappiamo che pratiche come la lavorazione del terreno (rivoltamento) e l'uso di fertilizzanti convenzionali rilasciano CO2. Sappiamo che il terreno assume un ruolo importante nel supportare ecosistemi sani, che sono importanti bacini di biodiversità, e può aiutare a regolare le emissioni di gas a effetto serra.

Stiamo lavorando con i coltivatori all'introduzione di nuove pratiche che non solo aiuteranno a migliorare l'ecosistema agricolo, inclusa la riabilitazione del terreno, ma aumenteranno anche le opportunità di sostentamento. Si tratta dell'agricoltura rigenerativa. Il PSCP utilizza già pratiche che aiutano i coltivatori a ridurre l'uso di pesticidi e fertilizzanti chimici e ad adottare migliori pratiche di gestione del terreno e difesa fitosanitaria. Continueremo ad aiutare i coltivatori a far proprie queste pratiche. Continueremo inoltre a introdurre altre pratiche maggiormente rigenerative per i coltivatori che fanno parte del programma, rafforzando gli impatti positivi della loro coltivazione sull'ambiente e sui loro mezzi di sussistenza.

Migliori pratiche agricole

Collaboriamo con CottonConnect, accanto ai nostri partner di esecuzione sul campo, su pratiche agricole migliori. Inoltre, in sinergia con CottonConnect, stiamo sviluppando un nuovo codice per il cotone rigenerativo leader del settore e lavoreremo con i coltivatori attraverso un programma di formazione esteso, che si basa sulla formazione PSCP esistente, su come applicare tali pratiche agricole. Ma si tratta di un progetto molto ambizioso e richiederà tempo. Il nostro obiettivo è che ogni coltivatore PSCP adotti maggiori pratiche rigenerative entro il 2030.

Per mettere alla prova i nuovi metodi agricoli, nel 2021 abbiamo avviato un programma pilota con 3.000 coltivatori in India, Pakistan e Bangladesh. Abbiamo mostrato ai coltivatori i vantaggi delle pratiche agricole rigenerative e li abbiamo formati su come utilizzarle.

Hanno imparato ad utilizzare le seguenti pratiche:

  • Colture intercalari e colture di copertura: coltivate per proteggere il terreno e impedire che venga soffiato via piuttosto che ripulire il campo dopo la raccolta.
  • Migliorare la qualità del terreno riducendone la lavorazione e utilizzando una copertura di terreno organica, per disturbare il terreno il meno possibile.
  • Incoraggiare una migliore zootecnia, in modo da migliorare la salute del bestiame ma anche una diversificazione dei profitti del coltivatore.
  • Agrosilvicoltura: gli alberi crescono attorno alle colture o ai pascoli e vengono utilizzati come frangivento, cibo, carburante, fonti di profitto e riserva di carbonio che arricchisce il terreno e aiuta a ridurre l'erosione.

Attraverso questo programma pilota stiamo sviluppando la nostra comprensione del modo migliore in cui lasciare la terra e la sua biodiversità.

Primissimo Programma di agricoltura rigenerativa modulare

Il programma pilota ci aiuterà inoltre a ottimizzare il nuovo Codice per il Cotone Rigenerativo REEL, che ci auguriamo sarà il primissimo programma rigenerativo non organico, destinato a crescere. Si basa su pratiche agricole volte a migliorare il terreno, incrementare la biodiversità, utilizzare meno acqua e ridurre l'impatto del cambiamento climatico e garantire mezzi di sostentamento più sostenibili e più resilienti ai coltivatori e alle loro comunità. Quest'ultimo punto è fondamentale perché avremo bisogno di garantire un ritorno economico per i coltivatori, in modo che l'agricoltura rigenerativa rappresenti un affare per loro e li motivi a cambiare le proprie pratiche.

Tuttavia, va da sé che ogni azienda agricola è diversa e che non bisogna utilizzare un unico approccio. Come per il PSCP attuale, lavoreremo con i nostri partner locali per trovare la soluzione migliore per il contesto locale. Inoltre i nostri partner monitoreranno i progressi annualmente.

E non è finita! Riconosciamo l'importanza di quello che stiamo facendo, così come il vantaggio per i coltivatori. Questo è il motivo per cui CottonConnect ha deciso di rendere disponibile questo pioneristico Codice per il cotone sostenibile rigenerativo REEL ad altri marchi, distributori e coltivatori. Tutto questo nella speranza che possano beneficiarne anche loro e che possiamo tutti lavorare per nutrire la natura.