Eliminare, Innovare, Fare circolare: In che modo Primark sta eliminando l'utilizzo della plastica monouso? - Primark Cares

Eliminare, Innovare, Fare circolare

Novità sull'utilizzo della plastica monouso

Il mondo ha già assistito a notevoli progressi in fatto di riduzione dell'uso della plastica nella vita di tutti i giorni: nei supermercati di alcuni Paesi ora si pagano le buste della spesa, mentre nei bar le cannucce di carta sono ormai diventati la regola. Insomma, abbiamo fatto molto, ma c'è ancora tanto altro da fare.

Noi di Primark abbiamo intrapreso questo percorso già nel 2009, quando abbiamo cominciato a offrire ai nostri clienti le ormai celeberrime borse di carta, prodotte al 100% da materiali riciclati e riciclabili al 100%.

Continueremo a impegnarci a fondo per ridurre l'uso della plastica e diventare più sostenibili in tanti altri modi, perché siamo consapevoli che i nostri meravigliosi capi a prezzi accessibili non debbano essere pagati a caro prezzo dal nostro pianeta.

In che modo Primark sta eliminando l'uso della plastica monouso?

Ci siamo impegnati a escludere interamente i packaging in plastica monouso dalla nostra azienda entro il 2027.

E ci stiamo riuscendo: nel 2020 abbiamo già eliminato circa 186 milioni di unità di plastica dalla nostra attività e nel 2021 abbiamo fatto lo stesso con altri 316 milioni.

Al fine di continuare a impegnarci in questo ambito importantissimo, il nostro approccio è stato influenzato da un quadro strategico guidato per le aziende e i governi, messo a punto dalla Ellen MacArthur Foundation, Che ruota attorno ad alcuni principi fondamentali:

Eliminare tutti gli oggetti di plastica inutili

Per noi di Primark, ciò significa ripensare il modo in cui progettiamo i prodotti, sviluppando modelli più orientati all'economia circolare e introducendo esperienze d'acquisto inedite nei nostri negozi. Abbiamo già iniziato questo percorso eliminando l'uso di appendini in alcune delle nostre gamme di prodotti. Stiamo modificando anche il modo in cui disegniamo i capi e le relative etichette, ad esempio ottimizzando i cartellini affinché possano contenere più informazioni in meno spazio, per utilizzare meno materiale. Così, dal 2019, siamo riusciti a eliminare 503 milioni di oggetti di plastica monouso dalla nostra impresa._

Innovare affinché tutta la plastica di cui abbiamo effettivamente bisogno sia realizzata per essere riutilizzata, riciclata o compostata in totale sicurezza

Per noi di Primark, ciò significa _ collaborare con i nostri fornitori al fine di aumentare il contenuto di materiali riciclati dei nostri packaging e per passare ad alternative più sostenibili per i negozi, come ad esempio gli appendini in cartone piuttosto che quelli di plastica._

Fare circolare tutti quegli oggetti di plastica che usiamo e che possiamo riutilizzare, in modo che non vengano gettati tra i rifiuti.

Per noi di Primark, ciò significa _ cercare modi che ci consentano di adottare modelli aziendali circolari nei nostri uffici, nei negozi e nei centri di logistica e che ci permettano di usufruire più a lungo dei packaging._

Ma non intendiamo fermarci qui: l'impegno che ci proietta verso il cambiamento si estende anche in altri settori della nostra azienda e della catena di approvvigionamento.

Negozi più smart grazie a tecnologie migliori

Siamo una catena di abbigliamento di livello internazionale, con oltre 395 negozi in 14 Paesi, perciò per noi è fondamentale ridurre il più possibile l'impatto ambientale dei nostri punti vendita. Per raggiungere questo obiettivo, le nostre azioni devono spaziare dall'efficientamento energetico dei negozi, alla gestione della quantità di rifiuti non direttamente collegati alla moda che ciascuno di essi produce.

Ad esempio, ci stiamo attrezzando perché, ove possibile, tutti i materiali dei punti vendita siano riciclabili o prodotti usando materie prime riciclate.

Un'organizzazione più sostenibile, su ampia scala

Date le nostre dimensioni e il fatto che operiamo su ampia scala, quando decidiamo di implementare un qualsiasi cambiamento a livello aziendale, siamo sicuri di riuscire ad avere risultati importanti. È proprio l'ampia scala su cui operiamo che ha permesso al nostro programma di ottimizzazione dei packaging di ridurre le emissioni di CO2, sia all'interno della nostra azienda che presso i nostri partner, semplicemente perché viene prodotta e trasportata una quantità inferiore di materiali di imballaggio, che di conseguenza si trasforma in una quantità inferiore di rifiuti.

Non è altro che la continuazione del lavoro che stiamo svolgendo da oltre dieci anni: vogliamo diventare un'azienda più sostenibile e speriamo che ciò ci offra fondamenta solide su cui costruire per i prossimi dieci anni.